Totò - Citazioni

Da Famous Quotes, aforismi e citazioni in libertà.

Questo articolo necessita di essere wikificato, ovvero formattato secondo gli standard di Famous Quotes (vedi gli articoli da wikificare).

Contribuisci anche tu a rendere questo articolo pienamente fruibile seguendo le linee guida e poi rimuovi questo avviso.

Pseudonimo di Antonio Griffo Focas Flavio Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio (1898 - 1967), attore comico italiano.

  • Sono ormai all'età in cui si tirano le somme, e non ho fatto nulla. Sarei potuto diventare un grande attore, e invece, sui cento film e più che ho girato, ve ne sono degni non più di cinque, sei al massimo, il resto è tutto da buttar via. Ma anche se fossi diventato un grande attore, cosa sarebbe cambiato? Gli attori sono solo venditori di chiacchiere. Il falegname, almeno, costruisce qualcosa che dura: il tavolino che fabbrica continua a resistere, nel tempo, dopo di lui. Noi attori, al massimo, se abbiamo molto successo, duriamo una generazione. (dichiarazione sulla sua arte in un'intervista)
  • La mia faccia non mi è nuova, ce l'ho da quando sono nato. (dal film Fermo con le mani! di Gero Zambuto, 1937)
  • Sono un uomo della foresta, un forestiero. (dal film TotòTarzan di Mario Mattioli, 1950)
  • La donna è mobile, ed io mi sento mobiliere. (dal film Un turco napoletano di Mario Mattoli, 1953)
  • Siamo uomini o caporali? (dal film Siamo uomini o caporali? di Camillo Mastrocinque, 1955)
  • Se a Milano, quando c'è la nebbia, non si vede, come si fa a vedere che c'è la nebbia? (dal film Totò, Peppino e la Malafemmina di Camillo Mastrocinque, 1956)
  • Mi scusi, per andare dove dobbiamo andare, per dove dobbiamo andare? (dal film Totò, Peppino e la Malafemmina di Camillo Mastrocinque, 1956)
  • Punto. 2 punti. Abbondiamo! (dal film Totò, Peppino e la Malafemmina di Camillo Mastrocinque, 1956)
  • Signori si nasce, e io, modestamente, lo nacqui. (dal film Signori si nasce di Mario Mattoli, 1960)
  • Io sono un uomo di mondo.Ho fatto tre anni di militare a Cuneo. (dal film Signori si nasce di Mario Mattoli, 1960)
  • La vita è fatta di cose reali e di cose supposte: se le reali le mettiamo da una parte, le supposte dove le mettiamo? (dal film Totò, Peppino e la dolce vita di Sergio Corbucci, 1961)
  • Non sono brutto ma mi arrangio. (dal film Totò contro Maciste di Fernando Cerchio, 1962)
  • Con queste armi spezzeremo le reni a Maciste e ai suoi compagni, a Rocco e i suoi fratelli! Popolo di Tebe, armiamoci, e andate! (dal film Totò contro Maciste di Fernando Cerchio, 1962)
  • È la somma che fa il totale.
  • La serva serve... eccome!
  • Io non rubo, integro. D'altra parte in Italia chi è che non integra?
  • A quest'ora in Questura il questore non c'è.
  • A proposito di politica... ci sarebbe qualcosa da mangiare?
  • I parenti sono come le scarpe: piu' sono stretti e piu' fanno male.
  • Piu' conosco gli uomini e piu' amo gli animali.
  • Era un uomo cosi' antipatico che dopo la sua morte i parenti chiedevano il bis.
  • "Mi batte il cuore." "Perche'?" "Cosi'... altrimenti sarei morto"
  • Signora, sono a sua completa disposizione, corpo, anima e frattaglie.
  • Chiedo l'annullamento del matrimonio alla Sacra Ruota, anzi per tutte le ruote.
  • Io non faccio il cascamorto; se casco, casco morto per la fame.
  • Adesso che siamo a Milano, andiamo a vedere il famoso Colosseo.
  • Il napoletano lo si capisce subito da come si comporta, da come riesce a vivere senza una lira.
  • Questa mappa e' piccola, e' troppo piccola, e' una mappina.
  • Elena di Troia... Troia... Troia: questo nome non mi e' nuovo.
  • Non mi guardi con quegli occhiacci... Lei con quegli occhi mi spoglia... Spogliatoio!
  • Lei e' un cretino, s'informi.
  • Io sono parte nopeo e parte napoletano.
  • I suoi modi sono interurbani.
  • Credevo che mia moglie fosse una carogna, finche' non ho visto la sua.
  • Chi dice bugie va all'inferno con le palle di fuoco in bocca.
  • O sei roso dai morsi della coscienza o da quelli della fame.
  • Io prima di mangiare mi sento sempre un po' stupido.
  • Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni.
  • E' capacino... (Toto' parlando di Alberto Sordi).
  • Avete fatto caso che l'ultima domenica di carnevale i cimiteri sono un mortorio? (da 'Toto' cerca pace').
  • Mia moglie e' un tipo apprensivo: sta sempre ad Anzio per me (Toto', Peppino e i fuorilegge).
  • I soldi si fabbricano al Policlinico dello Stato. (da 'La banda degli onesti')
  • A casa nostra, nel caffelatte non ci mettiamo niente: ne' il caffè, ne' il latte. (da 'Miseria e nobiltà')
  • Io sono turco, turco dalla testa ai piedi, ho persino gli occhi turchini. (da 'Il turco napoletano)
  • Signora, lei vuol vedere il bollito, così davanti a tutti? E va bene, de gustibus non est sputazzendam ('Toto', Vittorio e la dottoressa')
  • Questa e' la civilta' : hai tutto quello che vuoi quando non ti serve.
  • Il mio rivale sta facendo una serenata? Vuol dire che avra' gia' mangiato. (Fifa e Arena)
  • Sei una bella donna, sei una ninfa, sei ninfatica! (Toto' di notte)
  • Cara, voi siete la mia arma segreta... la bomba anatomica!
  • Abbiamo cozzato, signora, scusi il cozzo!
  • Con un pezzo di ottomana come lei, io il turco lo faccio.
  • Tutti i giorni lavoro, onestamente, per frodare la legge.
  • Sei del Polesine? Vieni qua alluvionata mia! (Toto', Peppino e le fanatiche)
  • Se ti trema la mano destra, tienila ferma con quella sinistra.
  • Noblesse oblige: la nobilta' e' obbligatoria.
  • Cara accanto a te mi sento bollire, se mi metti un uovo in mano lo faccio alla cocca.(Il letto a 3 piazze)
  • Erano persone che non sapevano fare niente, tranne che mangiare. Mangiavano da professionisti.
  • Quello che ho detto ho detto. E qui lo nego!
  • A me i gatti neri mi guardano in cagnesco.
  • Coraggio ce l'ho. E' la paura che mi frega.
  • Parola d'onore d'onorevole?
  • Nel dolore un orbo e' avvantaggiato, piange con un occhio solo.
  • Perche' si chiamano donnine allegre se ridono cosi' poco?
  • La vita e' una lotta continua e discontinua.
  • La notizia per ora e' stata sottoufficiale, poi diventera' ufficiale.
  • Sono bello, piaciucchio, ho il mio sex appello.
  • Non so leggere, ma intuisco.
  • Lei non e' fisso? Eppure dalla faccia si direbbe di si'.
  • In galera l'aria, quando riesce a passare, e' ottima.
  • La sua vita si svolge tra casa e chiesa... E va be', ma nel tragitto cosa succede?
  • Io ho carta bianca!!!..e ci si pulisca il culo!!!!
  • Lei e' un paziente che non ha pazienza!!
  • Lei non sa chi sono io
  • Soldati,richiamati,riformati....vi ho radunato in questo pubblico deserto...
  • Io sono un uomo di mondo..
  • Parli come badi
  • Mi scompiscio dalle risate
  • Bazzecole, quisquilie, pinzellacchere
  • Ogni limite ha una pazienza
  • Alla faccia di Cartagine e di tutti i Cartaginesi.
  • Non sono ancora cavaliere,ma non dispero.Checche'...

Film