Heinrich Heine - Citazioni

Da Famous Quotes, aforismi e citazioni in libertà.

Heinrich Heine
Heinrich Heine

Christian Johann Heinrich (1797 - 1856), poeta tedesco.

  • Dove le parole finiscono, inizia la musica.
  • È dolce quello che tu mi dici, ma più dolce è il bacio che ho rubato alla tua bocca.
  • È il genio, come una perla nell'ostrica, solo una splendida malattia?
  • È un fenomeno comune che proprio per le ragazze più carine sia così difficile trovare un uomo.
  • Essere appassiti, sfogliati, persino calpestati dai rudi piedi della sorte: questa, amico, è sulla terra la sorte del bello e del dolce. (da Germania fiaba d'inverno)
  • Rossini, divino Maestro.
    • Frase detta in italiano.
  • I censori tedeschi ................ ..... ...... ..... ...
  • I tedeschi sono membri di un popolo in cui nessuno è tanto pazzo da non trovare un altro più pazzo di lui che lo comprenda.
  • La banderuola sul campanile, sebben fatta di ferro, sarebbe presto infranta dal vento di tempesta se... non comprendesse la nobile arte di volgersi ad ogni vento.
  • La libertà è una nuova religione, la religione del nostro tempo.
  • Nello stupendo maggio, quando esplodevano tutte le gemme, proprio allora nel mio cuore è spuntato l'amore.
  • Non chiedermi che cosa ho, ma che cosa sono.
  • Per quante lacrime si possano spargere, alla fine ci si deve sempre soffiare il naso.
  • Per una donna la bruttezza è già metà della strada verso la virtù.
((DE)) Dort wo man Bücher / verbrennt, verbrennt man auch am Ende Menschen. ((IT)) Là dove si bruciano i libri si finisce per bruciare anche gli uomini.
(dall'Almansor (commedia del 1821), v. 243f)
Citato da Primo Levi in Al visitatore, testo scritto per l'inaugurazione del memoriale degli italiani ad Auschwitz.
((FR)) Dieu me pardonnera. C'est son métier. ((IT)) Dio mi perdonerà. È il suo mestiere.
(Frase detta in punto di morte)

Collegamenti esterni