Franz Kafka - Citazioni

Da Famous Quotes, aforismi e citazioni in libertà.

Franz Kafka
Ingrandisci
Franz Kafka

Franz Kafka (1883 - 1924), scrittore boemo.

  • Da un certo punto in avanti non c'è più modo di tornare indietro. È quello il punto al quale si deve arrivare.
  • Due compiti per iniziare la vita: restringere il tuo cerchio sempre più e controllare continuamente se tu stesso non ti trovi nascosto da qualche parte al di fuori del tuo cerchio. (da Aforismi di Zurau)
  • Credere al progresso non significa credere che un progresso ci sia già stato.
  • Lascia dormire il futuro come si merita. Se lo si sveglia prima del tempo, si ottiene un presente assonnato. (dai Diari)
  • La giovinezza è felice perché ha la capacità di vedere la bellezza. Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio.
  • Le domande che non si rispondono da sé nel nascere non avranno mai risposta.
  • È difficile dire la verità, perché ne esiste sì una sola, ma è viva e possiede pertanto un volto vivo e mutevole.
  • I genitori che si aspettano riconoscenza dai figli sono come quegli usurai che rischiano volentieri il capitale per incassare gli interessi.
  • Le domande che non si rispondono da sé nel nascere non avranno mai risposta.
  • L'amore non è un problema, come non lo è un veicolo: problematici sono soltanto il conducente, i viaggiatori e la strada.
  • Se i francesi fossero stati come i tedeschi nella loro essenza, allora come non avrebbero potuto i tedeschi ammirarli!
  • Non disperarti, non anche per le situazioni che non lo richiedono.
  • Se esiste la trasmigrazione delle anime, non sono ancora arrivato al livello più basso. La mia vita è un'esitazione prima della nascita.
  • Ogni rivoluzione evapora, lasciando dietro solo la melma di una nuova burocrazia.
  • Il primo segnale dell'inizio della comprensione si manifesta con il desiderio di morire.
  • Un credo è come una ghigliottina, altrettanto pesante, altrettanto leggero.
  • La forza che si oppone al destino è in realtà una debolezza.
  • Non c'è di peggio del disordine quando si hanno capacità esigue.
  • La giovinezza eterna è impossibile: anche se non ci fossero altri ostacoli, la renderebbe impossibile l'osservazione di se stessi.
  • Spesso è più sicuro essere in catene che liberi.
  • L'ozio è il principio di tutti i vizi, il coronamento di tutte le virtù.
  • La mia "paura" è la mia essenza, e probabilmente la parte migliore di me stesso.
  • Il male conosce il bene, ma il bene non conosce il male. (Zürau, Ungheria, 21 novembre 1917).
  • Non esistono fiabe non cruente. Tutte le fiabe provengono dalla profondità del sangue e dell'angoscia. (da Conversazioni con Gustav Janouch)
  • La sofferenza è l'elemento positivo di questo mondo, è anzi l'unico legame fra questo mondo e il positivo. (da Preparativi di nozze in campagna)
  • Il lavoro intellettuale strappa l'uomo alla comunità umana. Il lavoro materiale, invece, conduce l'uomo verso gli uomini. (da Conversazioni con Gustav Janouch)
  • La maggior parte dei vecchi hanno qualcosa di malfido, di menzognero nel loro modo di comportarsi con le persone più giovani di loro. (dai Diari)
  • Non esiste altro mondo fuorché il mondo spirituale. Quello che noi chiamiamo mondo sensibili è il Male del mondo spirituale. (dai Diari)
  • Prima della morte tutte le nozioni raccolte in quel lungo tempo gli si concentrano nel capo in una domanda che non ha mai posta al guardiano; e gli fa cenno, poiché la rigidità che vince il suo corpo non gli permette più di alzarsi. Il guardiano deve abbassarsi grandemente fino a lui, dato che la differenza delle stature si è modificata a svantaggio dell'uomo. «Che cosa vuoi sapere ancora?» domanda il guardiano, «sei proprio insaziabile.» «Tutti si sforzano di arrivare alla legge,» dice l'uomo, «e come mai allora nessuno in tanti anni, all'infuori di me, ha chiesto di entrare?» Il guardiano si accorge che l'uomo è agli estremi e, per raggiungere il suo udito che già si spegne, gli urla: «Nessun altro poteva ottenere di entrare da questa porta, a te solo era riservato l'ingresso. E adesso vado e la chiudo». (da Davanti alla legge)
  • Abbiamo tra noi un nuovo avvocato, il dottor Bucefalo. Nel suo aspetto esteriore ricorda poco il tempo in cui era destriero di Alessandro il Macedone; ma chi è ben al corrente delle circostanze nota qualcosa d'inconsueto. Ho visto anzi, ultimamente, un qualunque usciere del tribunale soffermarsi ammirato sullo scalone a contemplare, con occhio da intenditore di corse, l'avvocato mentre saliva di gradino in gradino, sollevando alti i garretti, coi passi che rimbombavano sul marmo. (da Il nuovo avvocato)
  • L'arte vola attorno alla verità, ma con una volontà ben precisa di non bruciarsi. Il suo talento consiste nel trovare nel vuoto oscuro un luogo in cui [...] si possano potentemente intercettare i raggi luminosi. (da Preparativi di nozze in campagna)
  • Il punto di vista dell'arte e quello della vita sono anche nell'artista punti di vista diversi. (da Preparativi di nozze in campagna)
  • Di una cosa sono convinto: un libro dev'essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi.

Citazioni su Franz Kafka

  • Kafka comprende il mondo (il suo e anche meglio il nostro di oggi) con una chiaroveggenza che stupisce, e che ferisce come una luce troppo intensa. (Primo Levi)