John Ronald Reuel Tolkien - Citazioni

Da Famous Quotes, aforismi e citazioni in libertà.

John Ronald Reuel Tolkien (1892 - 1973), scrittore britannico.

  • È senza fede chi dice addio quando la strada si oscura.
  • Io vi parlo della grande potenza di una saetta, non della flebile luce di una lampadina elettrica!

Il Signore degli Anelli

  • Il Canto dell'Anello:
"Tre anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende,
Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra,
Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende,
Uno per l'Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra nera scende.
Un Anello per domarli, Un Anello per trovarli,
Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli,
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra cupa scende."
  • "Questo è l'Anello Sovrano, quello che serve a dominarli tutti. È quell'Unico Anello che egli perse molto tempo fa, affievolendo di parecchio la propria potenza. Lo desidera più di qualsiasi altra cosa al mondo, ma non deve mai più riaverlo"
(Gandalf)
  • "...Sempre, dopo una disfatta ed una tregua, l'Ombra si trasforma e si ingigantisce nuovamente..."
(Gandalf)
  • "...molti di quelli che sono morti meritavano di vivere e molti di quelli che sono vivi meritano la morte. Se non puoi dare la vita a coloro che sono morti, chi sei tu per dare la morte a coloro che sono vivi..."
(Gandalf)
  • "Un stregone non arriva ne in ritardo, né in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo."
(Gandalf)
  • "Certe cose è meglio intraprenderle che rifiutarle, anche se il loro esito è oscuro."
(Aragorn)
  • "Desti ora, desti, Cavalieri di Théoden!
Terribili eventi nell'oscuro Oriente.
Sellate i cavalli, suonate le trombe!
Avanti Eorlingas!"
(Théoden - La carica degli Eorlingas)
  • "È triste incontrarsi soltanto in questo modo, alla fine. Perché il mondo sta cambiando; lo sento nell'acqua, lo sento nella terra, e l'odoro nell'aria. Credo che non ci rivedremo più."
(Barbalbero)
  • Sam: "È come nelle grandi storie, padron Frodo, in quelle che contano davvero. Erano piene di oscurità e pericolo, e a volte non volevi nemmeno sapere come andavano a finire, perché come poteva esserci un finale allegro? Come poteva il mondo tornare come prima dopo che erano successe tante cose brutte? Ma alla fine, era solo una cosa paseggera, quest'ombra. Anche l'oscurità deve finire. Arriverà un nuovo giorno, e quando il sole sorgerà, sarà ancora più luminoso. Quelle erano le storie che ti restavano dentro, che ti insegnavano qualcosa, anche se eri troppo piccolo per capire perché. Ma credo, padron Frodo, di capire. Ora, so. I protagonisti di quelle storie avevano molte occasioni per tornare indietro, ma non l'hanno fatto. Sono andati avanti, perché erano aggrappati a qualcosa."
Frodo: "Noi a cosa siamo aggrappati, Sam?"
Sam: "C'è ancora del buono a questo mondo, padron Frodo. Ed è giusto combattere per questo."
  • "Figli di Gondor, di Rohan. Fratelli miei. Vedo nei vostri occhi la stessa paura che potrebbe afferrare il mio cuore! Forse arriverà un giorno in cui il coraggio degli uomini verrà meno, e abbandoneremo i nostri amici, e spezzeremo ogni legame di fratellanza, ma non è questo il giorno! Ci sarà l'ora dei Lupi e degli scudi frantumati quando l'Era degli Uomini arriverà al crollo,ma non è questo il giorno! Quest'oggi combattiamo! Per tutto ciò che ritenete caro su questa bella Terra, vi invito a resistere! Uomini dell'Ovest!"
(Aragorn)
  • Ma non accadeva così nei racconti veramente importanti, in quelli che rimangono nella mente. Improvvisamente la gente si trovava coinvolta, e quello, come dite voi, era il loro sentiero. Penso che anche essi come noi ebbero molte occasioni di tornare indietro, ma non lo fecero. E se lo avessero fatto noi non lo sapremmo, perché sarebbero stati obliati. Noi sappiamo di coloro che proseguirono, e non tutti verso una felice fine, badate bene; o comunque non verso quella che i protagonisti di una storia chiamano una felice fine.
  • «... Pensandoci bene, apparteniamo anche noi alla medesima storia, che attraversa i secoli! Non hanno dunque una fine i grandi racconti?» «No, non terminano mai i racconti», disse Frodo. «Sono i personaggi che vengono e se ne vanno, quando è terminata la loro parte...»
  • Non dirò "non piangete", perchè non tutte le lacrime sono un male.
(Gandalf)
  • Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza/e le radici profonde non gelano.