John Donne - Citazioni

Da Famous Quotes, aforismi e citazioni in libertà.

Nessun uomo è un'isola,
completo in se stesso;
ogni uomo è un pezzo del continente,
una parte del tutto.

Se anche solo una zolla
venisse lavata via dal mare,
l'Europa ne sarebbe diminuita,
come se le mancasse un promontorio,
come se venisse a mancare
una dimora di amici tuoi,
o la tua stessa casa.

La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce,
perché io sono parte dell'umanità.
E dunque non chiedere mai
per chi suona la campana:
suona per te.

John Donne (1572 - 1631), religioso e poeta inglese.

  • Ma venga pure la cattiva sorte / le aggiungeremo la nostra forza / le insegneremo l'arte... (da Canzone)
  • Non c'è nulla di quanto Dio ha fondato su una causa naturale costante, e che perciò avviene ogni giorno, che non ci sembrerebbe un miracolo degno di ammirazione se avenisse una sola volta. (da Sermone del giorno di Pasqua, 25 marzo 1627)
  • Debole quell'amore di cui più forte è la paura, / e non è tutto spirito limpido e valoroso / se è misto di timore, di pudore, di onore. / Forse, come le torce che debbono esser pronte / sono accese e rispente, così tu tratti me. / Venisti per accendermi, vai per venire. Ed io / sognerò nuovamente / quella speranza, ma per non morire. (da Il sogno)
  • Non essere parte di qualcosa, significa essere niente.
  • L'umiliazione è l'inizio della beatificazione.
  • Per amor di Dio stai zitta, e lasciami amare.
  • Perché l'amor controlla amor d'ogni altra vista / E fa di una stanzetta un universo.
  • Lei è tutti gli stati, tutti i principi, io, / Niente altro è. / I principi non fanno altro che imitarci.
  • Il grande capolavoro della natura, l'elefante; l'unica creatura gigantesca e innocua.
  • Disdegno Dio e i Suoi angeli per il ronzio di una mosca, per il baccano di una carrozza, per il cigolio di una porta.
  • Questa è la mezzanotte dell'anno, e del giorno.
  • Morte non essere superba, anche se molti ti hanno chiamata / Terribile e potente, perché, tu non lo sei, / Perché, quelli che tu decidi, tu li abbatti / Non morire, povera morte.
  • Dopo un breve sonno, vegliamo in eterno, / E la morte non sarà più: morte, tu morirai.
  • Quando un uomo muore, un capitolo non viene strappato dal libro, ma viene tradotto in una lingua migliore.
  • Tu mi hai fatto, e dovrà perire dunque la tua opera?
  • Io sono un piccolo mondo fatto abilmente / Di elementi e uno spirito angelico.
  • Non faccio nulla contro me stesso, eppure sono il mio carnefice.